Skip to content

Più internet nell’informazione. Anche in quella italiana.

20 aprile 2010

Se vi interessa il rapporto tra web e informazione e per essere più precisi tra web e giornalismo non potrete certamente fare a meno di seguire tre iniziative di grande rilievo.

La prima è l’esordio de “il Post”, nuova testata giornalistica sul web che nasce su iniziativa di Luca Sofri, già autore del noto blog Wittgenstein.

Come si legge nel primo editoriale Il Post è “per metà aggregatore e per metà editore di blog”. L’obiettivo del nuovo progetto è quello di “introdurre più internet nel sistema dell’informazione italiana, migliorare la qualità e l’affidabilità delle news e del giornalismo, rivedere le gerarchie delle notizie a cui siamo abituati, raccontare cose interessanti e che cambiano il mondo…” Siccome credo in Italia di nuove idee e di cose interessanti ne abbiamo un (disperato) bisogno apprezzo, rilancio e faccio i migliori…in bocca al lupo!

Seconda iniziativa
Da domani 21 aprile e sino a domenica 25 aprile si svolge a Perugia la quarta edizione del Festival del Giornalismo edizione 2010.
Cinque giornate ricche di appuntamenti tra i quali la partecipazione di Al Gore sabato 24 aprile. A riguardo e non potendo andarci conto molto sul live streaming sul sito del Festival.

Ovviamente ci sarà ampio spazio per parlare anche di web e nuovo giornalismo. Un’intera giornata è dedicata a Twitter e al nuovo giornalismo con un evento nell’evento organizzato da media140. I Festival  è decisamente molto ricco di incontri ed eventi tutti da consultare con attenzione: per questo la brochure programma scaricabile qui conta ben 35 pagine!

Terza iniziativa
Dal 3 al 6 giugno a Trento si svolge il Festival dell’Economia. Ormai è un evento rodato e di successo e alla sua quarta edizione propone il tema dell’informazione. Economisti, giornalisti, imprenditori ed esperti di tutto il mondo discuteranno quindi il problema delle asimmetrie informative cioè di come e dove imprese, persone, famiglie e banche “si informano” per decidere e scegliere e di come queste scelte e decisioni impattano sull’economia.

Per questa  edizione del Festival dell’Economia nutro quindi molte aspettative.

Tra le altre cose sono molto curiosa di vedere come sarà trattato,in tale contesto, il tema dei social media  e del web 2.0 Questo anche perchè nell’edizione 2009, a parte l’exploit di Paolo Iabichino che lanciò il concetto di Invertising, non solo non si parlò di social media ma, in un paio di conferenze, due o tre relatori molto illustri glissarono accuratamente le domande poste dal pubblico su come il web 2.0 potesse concorrere a sostenere la crescita economica di un territorio. Chissà perché ma credo che quest’anno le risposte ci saranno. Puntali, precise e anche molto autorevoli. Volete scommettere?🙂

P.S. per chi si fosse perso  il promo di Invertising, lo ripropongo qui:

No comments yet

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: