Skip to content

Vorrei Invertising su Wikipedia

25 aprile 2010

Mentre leggevo Invertising pensavo che la teoria proposta da Paolo Iabichino per poter essere largamente compresa, recepita e praticata avesse necessità di due cose:
– una definizione sintetica di valore enciclopedico che aiutasse a capire che differenza c’è tra invertising e advertising
– l’indicazione di quali competenze dovrebbe avere chi vuole “fare” invertising.
Bene. Giusto per non fare la parte di chi dice e non fa il secondo punto “l’ho fatto presente” all’autore, per il primo ho deciso di scrivere io stessa la voce “invertising”su Wikipedia.
Scritto. Riletto. Corretto. Pubblicato. Passa un minuto. Zack: il testo viene cancellato. Sparito. Bannato dagli amministratori di Wikipedia perché giudicato “non enciclopedico” o “promozionale”. Ora il testo era esattamente questo qua:

“Invertising è un neologismo coniato e argomentato dal pubblicitario e saggista Paolo Iabichino nell’omonimo libro. Teorizza un nuovo modo di concepire la pubblicità come strumento per costruire conversazione e relazione tra il brand e le persone che non vengono più viste come target o segmenti di mercato. L’invertising non nega l’utilità della comunicazione pubblicitaria ma indica una inversione di marcia rispetto ai paradigmi dell’advertising tradizionale.
Una campagna pubblicitaria che fa inversione di marcia e diventa invertising rinuncia a contenuti, stili e linguaggi finalizzati solo a manipolare i target di riferimento ma attinge a valori e principi etici propri della responsabilità sociale d’impresa, dell’ecocompatibilità e della sostenibilità ambientale con l’obiettivo di comunicare costruendo un nuovo rapporto di fiducia tra brand e persone.
Il concetto di invertising si inserisce nella corrente di pensiero che a partire dalla fine degli anni Novanta ha avviato un processo di ripensamento dei paradigmi di base della comunicazione aziendale e del marketing. In particolare attinge alla teoria espressa nel Cluetrain Manifesto (co-autori D. Winberger, C. Locke, Rick Levine, Doc Searls) e alla disciplina del Societing fondata da Gianpaolo Fabris.”

Ecco io ora non vorrei discutere se questo testo è promozionale o no. Se è enciclopedico o no. Questo ho dovuto farlo (senza alcun risultato) con gli amministratori di Wikipedia, straordinari per impegno, ma inflessibili quando si fissano su una decisione. Però penso che enciclopediche o no da Wikipedia non debbano mancare tre teorie molto importanti per capire e decifrare i cambiamenti della comunicazione aziendale e pubblicitaria in questo scorcio di XXI secolo. E queste teorie sono rispettivamente:
le 95 tesi del Cluetrain Manifesto
– il societing di Giampaolo Fabris
– l’invertising teorizzato da Iabichino.

La prima c’è, le altre due mancano. Che dite insieme riusciamo a fare qualcosa?

6 commenti leave one →
  1. 26 aprile 2010 9:52 am

    bella idea, complimenti! con wikipedia devi solo perseverare, magari fornendo un link a questo tuo intervento, senza avere ansia di vedere pubblicato subito il tuo contributo. prima o poi ce la farai🙂

  2. lidiamarongiu permalink*
    26 aprile 2010 12:18 pm

    ti ringrazio Marco e accolgo il tuo consiglio.
    Persevero ma adesso non da sola anche grazie a un gruppo su Facebook ….
    …e chissà magari senza ansia un giorno anche Invertising finirà su wikipedia:)
    ciao lidia

  3. 26 aprile 2010 12:58 pm

    spero tu conosca anche la celebre vicenda Bertola vs Wikipedia che fa davvero “giurisprudenza”🙂
    http://bertola.eu/nearatree/?p=1687

  4. 27 aprile 2010 2:57 pm

    Ho provato ad aprire una pagina relativa alla voce “Marketing conversazionale” (senza minimamente citare il mio libro) e ho subito la medesima censura, dallo stesso utente (Guidomac) di cui parla Bertola nel suo post…

  5. lidiamarongiu permalink*
    27 aprile 2010 8:30 pm

    ciao Luca, si ho visto su Wikipedia le tue cancellazioni…ma grazie a questo “incidente” ho anche scoperto il tuo interessante libro:) Grazie!

  6. 27 aprile 2010 8:51 pm

    idem, anch’io ho scoperto grazie a questo post il lavoro di Luca e mi sono anche iscritto al suo twitter e alla pagina facebook dedicata al libro🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: