Skip to content

Web e turismo: cosa serve per fare una comunità ospitale (slide)

4 febbraio 2013

Lidia Marongiu a Brisighella Sostenibilità, banda larga, connessione internet nelle scuole, impronta etica, smart communities, web e turismo: sono stati questi gli argomenti che hanno animato l’incontro “Brisighella smart community: nuove modalità intelligenti al servizio della comunità” dove ho avuto il piacere di fare un intervento sviluppando il tema “web e turismo”.

Quello di sabato scorso è stato uno dei incontri del progetto “Brisighella Nuova 2.0 – comunità ospitale”  in pratica  “un percorso partecipativo che accompagna i possibili stakeholders (residenti, turisti, investitori ed istituzioni) alla scoperta delle opportunità che concorrono alla ri-generazione in chiave sostenibile del borgo e del suo territorio posizionato sulla qualità del contesto e sul ben-essere della comunità”.  Bella idea che merita attenzione e il forte incoraggiamento da parte di chi, come me, ha avuto modo di sperimentare efficacia e valore della progettazione partecipata condotta con tecnica bottom up (vedi il piano turistico triennale della Liguria).

Un pubblico molto interessato di circa 70 persona ha seguito i tre interventi programmati e moderati dal sindaco Davide Missiroli (finalmente un sindaco giovane e con le idee molto chiare). Grazie all’intervento di Gianluca Mazzini, direttore generale di Lepida Spa, ho capito molto del duro lavoro che si sta facendo in Emilia Romagna per eliminare il digital divide entro il 2013 arrivando, tra le altre cose, a portare la banda larga in quasi tutta la regione. E’ coperto oggi con ADSL+Radio il 97% del territorio regionale: il 3% che manca sarà davvero faticoso e costoso da coprire perché si tratta di zone interne e poco raggiungibili.
Di sostenibilità e smart community ha parlato invece Francesco Marinelli, esperto di sviluppo sostenibile e referente del progetto “Borgo Intelligente” per Borghi Autentici. Ottimo intervento di cui mi è rimasto impressa la minacciosa considerazione che tutto il mondo sta attuando lo stesso modello di sviluppo basato sul consumo: peccato che già dallo scorso anno si calcola che stiamo vivendo e consumando risorse per un valore superiore a quello che il nostro pianeta è in grado di rigenerare. C’è quindi da essere davvero poco felici se le cose sono messe così.
Sul mio intervento non mi dilungo ma metto qui le slide: spero possa essere utile, in primis agli amici di Brisighella per costruire la loro comunità ospitale 2.0:  io credo che siano sulla buona strada per avere successo anche perché sono convinta che per fare smart community più che la tecnologia servano smart people. E a Brisighella ne ho conosciuto tante.

Turismo e Web: cosa cambia per imprese, turisti e comunità from Studio Giaccardi & Associati – Consulenti di Direzione
No comments yet

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: